Il Forte Belvedere – nel quartiere di San Niccolò – è stato restituito ai fiorentini dopo cinque lunghi anni di chiusura. E ha inaugurato la sua ri-apertura l’8 luglio scorso con l’artista cinese Zhang Huan, noto per le sue sculture di cenere e incenso tese ad autodistruggersi nel tempoe  che saranno esposte fino ad ottobre.

Non finisce qui: il Forte unisce l’arte al divertimento con gli eventi che quasi quotidianamente organizza e gli aperitivi al fresco con una vista mozzafiato sulla città. E a proposito di aperitivi, uno degli appuntamenti più attesi è quello del 28 luglio: “Plindo, tutta un’altra musica”. Dalle 18 alle 21.

Ecco 3 buoni motivi per partecipare:

Plindo non è solo un portale di musica ma un vero e proprio marchio che contribuirà a restituire al Forte un’atmosfera del tutto rigenerante.

Musica di qualità, cd in omaggio e shooting.

L’esibizione degli Altapressione che hanno già calcato i maggiori palchi italiani.

L’occasione, inoltre, è anche un modo per tornare a vivere uno dei luoghi più belli e suggestivi di Firenze che, da quando ha riaperto le sue porte, sta cercando di riconquistare il cuore dei fiorentini. Questa volta lo fa con una formula che a noi appare vincente: arte, musica, aperitivo al fresco e vista panoramica al tramonto.

Diteci se questo non è  un  valido motivo per partecipare all’evento “Plindo, tutta un’altra musica” di domenica 28 luglio.

Altri appuntamenti

Mercoledì 24 luglio: presentazione del manuale “Dai piedi alla testa” di Stefania Natalini.

Venerdì 26 luglio: Art street aperitif.

Sabato 27 luglio: Simone Fracassi presenta “La battuta di Chianina”.

Domenica 28 luglio: “Plindo, tutta un’altra musica”.

Lunedì 29 luglio: Enoarte, mostra e performance di Elisabetta Rogai.

Martedì 30 luglio: ice cream cocktail.

Mercoledì 31 luglio: “La cucina della tradizione”, il finger food promosso da Roberto Lodovichi.

Credits: Fab.G