San Marco



Splendidi affreschi, piazze rinascimentali e antichi orfanotrofi. La zona di San Marco non è soltanto uno degli snodi principali del trasporto pubblico. Conserva alcuni dei tesori di Firenze: non saranno famosi come un certo signor David che dimora qui vicino, ma sono assolutamente da vedere. Un esempio? Le opere del Beato Angelico, al museo di San Marco. Puoi visitare tranquillamente questa zona a piedi, entrando nei musei, sedendoti sulle scalinate di piazza Santissima Annunziata oppure facendo capolino nelle sedi universitarie.



Se ti trovi da queste parti, prima di dirigerti verso il Battistero e dintorni, prendi fiato per un attimo e goditi l’atmosfera che circonda piazza San Marco. A due passi dal Duomo si respira un’area diversa.



Studenti seduti sulle panchine, impiegati di passaggio, allievi dell’Accademia delle Belle arti in pausa. San Marco è punto di passaggio, di incontri e arrivi. Tutto intorno, musei, celebri gallerie, chioschi rinascimentali e storiche sedi universitarie. Ti aspettavi anche questo da Firenze?



Il centro ti sta stretto? O sei in cerca di una tappa insolita e meno battuta? Compra un biglietto e parti. In San Marco, gli autobus vanno e vengono continuamente da una parte all’altra della piazza. In qualsiasi direzione: la scelta, stavolta, tocca a te.



Le piazze meno affollate, a volte, regalano gli scorci più insoliti e affascinanti. Stai cercando l’angolazione originale per uno scatto? Ecco un posto dove godere di una vista diversa della Cupola: Piazza Santissima Annunziata.



Adesso, lasciati alle spalle il Duomo e voltati. Una nuova piazza ti aspetta. Piena di storia, dettagli curiosi e luoghi d’arte. A pochi passi da qui, troverai anche un importante museo archeologico. E l’uomo più ammirato al mondo.



Due loggiati e due storie diverse: lo Spedale degli innocenti (il primo orfanotrofio d’Europa) e la Loggia dei Servi di Maria, oggi un albergo. Due opere estranee alle grandi folle di turisti e fiorentini, ma che meritano una sosta.



Guizzi manieristi in una città rinascimentale. San Marco è anche questo, la bellezza nascosta nei dettagli. Alla luce del sole.



Firenze, da secoli, è città di artigiani e bottegai. Butta un occhio alle vetrine, ogni angolo della città conserva botteghe tutte da scoprire. Da quelle più tradizionali a moderni shop in palazzi medievali. Aguzza la vista, potrai sorprenderti.



Musei e Università. Caffè storici e bar à la page. Che tu sia in piazza Brunelleschi o via Ricasoli, tieni a mente una cosa: qui troverai ogni giorno studenti in bicicletta e turisti in coda per vedere l’uomo più bello del mondo, il David di Michelangelo.



Intorno a Piazza San Marco si incrociano vie e viuzze che potranno lasciarti a bocca aperta. Improvvisamente vedrai palazzi storici e incredibili giardini botanici.



Come un tempo fecero poeti e scrittori, sbircia nei cortili dei palazzi storici che custodiscono verdi gioielli. Prendi il tuo tempo e non porre limiti alla curiosità, anzi, in alcuni casi sarà un’esperienza indimenticabile.



Se addirittura Leopardi e Manzoni scrissero versi e pagine sul gioiello verde che si trova in Via Capponi, allora non c’è dubbio: entra e immortala le delizie del giardino storico di Palazzo Capponi.



Tra biblioteche universitarie, licei e locali appartati, San Marco vive al suo ritmo. E potrai così concederti una passeggiata lontano dal caos turistico. Scoprendo l’anima del quartiere, l’anima del centro di Firenze.